Style - 39964

titolo: Borsa nuova? No, ben curata.

date:

abstract: Nappa, Nabuk e camoscio sono pellami pregiati, da trattare con delicatezza e accortezza. Qualche consiglio per pulirli, conservarli e farli sembrare sempre “come nuovi”.

testo:

La pelle, in tutte le sue varianti, è il materiale più ricercato e pregiato per gli accessori moda, in particolare per le borse. Per questo Carpisa realizza da sempre diverse linee di borse in pelle: Benvenuto, Lucrezia, Carolina, Isidora sono le ultime in collezione. Ma la pelle non è solo il must have per ogni donna, anche l’uomo non rinuncia agli accessori di pelletteria. E Carpisa ne propone alcuni: portafogli come Ron e Benny, cinture come Fenqui ma anche portachiavi come Skin.
Morbida e versatile, la pelle allo stesso tempo è delicata e necessita di accorgimenti specifici per essere sempre bella. Ma non è difficile:
# Borse in Pelle: Vanno trattate come tutti i tessuti naturali e per la loro pulizia è possibile utilizzare un comune latte detergente neutro; lo stesso che si usa abitualmente per il viso. Se avete una borsa Carpisa in pelle provate ad applicarlo con un panno, o meglio del cotone, con particolare cura nei punti di maggior utilizzo (manico e angoli). Per conservarla, l’ideale è riporre la borsa nelle apposite custodie e sistemarla in luoghi freschi e asciutti, poiché la pelle patisce l'umidità che ne potrebbe alterare i colori. Lasciare un po’ di carta all’interno della borsa ne preserva la forma originale.
# Borse in Nabuk e pelle scamosciata: Per la pulizia è consigliabile spazzolare la superficie con una spazzola a setole morbide. Dopo averle pulite, per ricreare l’effetto nabuk, strofinare  delicatamente con una sottile carta abrasiva e spolverare con un panno bianco pulito, asciutto e morbido. Non asciugare mai la pelle alla luce del sole o con l’asciugacapelli.

Ma non va “curata” solo la pelle. Anche i tessuti, le fibre sintetiche e i materiali tecnologici, come il policarbonato, hanno le loro specifiche di manutenzione:
# Tessuto e fibre sintetiche: Per pulirli è bene spolverare e lavare la parte macchiata con una spugna o una spazzola morbida, imbevuta di acqua e sapone neutro. Asciugare lontano da fonti di calore.
# Borse e valigie in policarbonato:  Possono essere pulite strofinando delicatamente con un panno umido e asciugate con un tessuto pulito. Si può anche utilizzare uno spray per lucidare i cruscotti delle auto per eliminare i graffi superficiali.

In fatto di cura, pulizia e manutenzione, Carpisa semplifica la vita. Ogni borsa è dotata di custodia, che viene consegnata al momento dell’acquisto. Inoltre, all’interno di borse e valigie si trova sempre la relativa etichetta di composizione dei materiali e norme di manutenzione. Così non si sbaglia tra lavaggio con acqua o a secco, candeggio, asciugatura e stiratura. Inoltre, per ogni trattamento, Carpisa indica come eseguirlo con semplici simboli grafici che ne evidenzia il livello di moderazione o la non idoneità.

Tutti possono diventare veri e propri esperti nella cura di pellami pregiati e materiali hich tech.
Borsa nuova? No, “coccolata”.

img01: /upload/223/cms/39964/default/2429/post-fb_borse-pulizia_MAG.jpg

img02: /upload/223/cms/39964/default/2430/post-fb_borse-pulizia_MAG.jpg

TORNA SU