Travel Guide - 77744

titolo: Una Pasqua green

date:

abstract: Mete e consigli per passare le feste nella natura

testo:

Il periodo in cui arriva la Pasqua è (quasi) sempre perfetto anche per riscoprire la natura che ci circonda, che lentamente si risveglia dopo i mesi freddi dell'inverno. La Pasqua nel verde è una delle migliori declinazioni possibili di questa festa, soprattutto se normalmente passiamo le nostre vite in mezzo al cemento di una città e specialmente se la Pasqua, come quest'anno, giunge a primavera già iniziata: se avremo un po' di fortuna, potremo gustarci un piccolo assaggio d'estate.

Una destinazione splendida e non così popolare è rappresentata dal Monte Amiata, un angolo insolito di Toscana. A cavallo tra le province di Grosseto e Siena, domina dall'alto dei suoi 1738 metri le vallate circostanti, la piana della Maremma e le dolci colline senesi. Le attività possibili sono davvero infinite, dalle passeggiate nei verdi boschi che si arrampicano sulle pendici del monte, alla visita dello splendido Parco Faunistico, dove sarà possibile avvistare moltissimi animali, dagli stambecchi ai caprioli fino ai lupi, che vivono liberi nel loro habitat naturale. Se poi ci aggiungiamo che a pochi chilometri c'è Montalcino, anche gli appassionati di vino avranno di che festeggiare.

Sempre in Italia, ma più a sud, questa volta diviso tra Calabria e Basilicata, si trova il Parco Nazionale del Pollino, il più grande parco naturale del paese, con una estensione di 200.000 ettari. E' un luogo davvero magico, in cui ritrovare il piacere dell’abbraccio della natura selvaggia e incontaminata: questo territorio si mostra infatti ancora nel suo aspetto più integro offrendo una varietà di paesaggi di straordinaria bellezza.

Se invece volete passare il confine, potrebbe essere una bella idea indicare al navigatore di condurvi in Francia, verso le Gole del Verdon. Partendo dall'inizio delle Alpi di Alta Provenza si snoda infatti il più grande e impressionante canyon d'Europa: questo spettacolo si è formato nei corso dei secoli grazie all'erosione delle acque del fiume Verdon, creando pareti, a strapiombo su un'acqua verde smeraldo, alte fino a 1500 metri e immerse in una natura rigogliosa.

Ma prima di partire, controllate di avere a disposizione la borsa giusta per accompagnarvi nel vostro breve viaggio: il sito di Carpisa, e la sua app per iPhone e Android, sono la destinazione per questo scopo! Buona Pasqua!

img01: /upload/223/cms/77744/default/2456/conit.jpg

img02: /upload/223/cms/77744/default/2457/conit.jpg

TORNA SU