Musica per l'estate: 5 grandi dischi da riscoprire ad agosto

21 Agosto 2015

Musica per l'estate: 5 grandi dischi da riscoprire ad agosto

Si è capito che da queste parti l'estate ci piace molto? Anche perché nei giorni di vacanza che più o meno ognuno di noi riuscirà ad avere nel mese di agosto potremo dedicarci a goderci con calma le cose belle della vita. E tra queste c'è senza dubbio la musica. Spesso capita però di avere il tempo ma...di non saper decidersi su cosa ascoltare! Allora vogliamo provare a darvi dei consigli, segnalandovi cinque grandi dischi del passato a cui secondo noi varrebbe la pena di dedicare un pomeriggio d'agosto.

- Lucio Dalla – Com'è profondo il mare. E' il 1977 quando esce questo disco, un album in cui per la prima volta il grande cantante bolognese decide di scrivere da sé i testi delle sue canzoni. Il risultato è travolgente da subito, dalla prima celeberrima canzone, che dà il titolo al disco. Ma se in molti conoscono quel brano, o la maliziosa “Disperato erotico stomp”, tutto questo disco merita un ascolto attento e appassionato, per le sue storie immaginifiche e poetiche, e per canzoni perfette come “Quale allegria”.

- Van Morrison – Astral weeks. Il cantautore irlandese è uno dei nomi più famosi della musica mondiale, però le canzoni che lo hanno reso così celebre non si trovano in questo album, con l'eccezione della sola “The way young lovers do”. Ciò nonostante questo suo secondo disco, uscito nel 1968, è considerato da molti critici uno dei più grandi di sempre. Il primo ascolto può risultare complesso, ma lasciatevi conquistare dagli affascinanti personaggi a cui Morrison dà vita con questo capolavoro.

- Paul Simon – Graceland. Quando è uscito questo disco, nel 1986, Paul Simon era un cantautore già nella fase discendente della sua carriera, e lontani erano i successi con il suo socio Art Garfunkel. Una cassetta di musica sudafricana lo conquistò, portandolo a Johannesburg a registrare un album che, ben prima che la world music diventasse patrimonio della cultura pop, mescola stili e influenze, con un senso della melodia e dell'armonia travolgente: una vera pietra miliare.

- Stevie Wonder – Songs in the key of life. E' uno dei dischi storici del soul americano, l'album più celebrato e amato di un'icona della black music come Stevie Wonder, che con questo doppio disco concesse alla propria ambizione di esprimersi senza limiti. Nasce così una raccolta di 21 canzoni in equilibrio tra politica e romanticismo, impegno sociale e poesia. L'immediatezza del suono di questo album vi sedurrà fin dalle prime note e vi troverete a canticchiare questi pezzi per settimane.

- Erykah Badu – Baduizm. Il disco più recente di questo piccolo elenco è stato pubblicato nel 1997, segnando l'esordio di una cantautrice che è diventata presto una figura chiave dell'R&B statunitense. La sua grandezza sta nella capacità di suonare contemporaneo, ma di racchiudere in sé anche buona parte della storia del soul afroamericano. E poi c'è lei, una vera diva, sia per la sua voce perfetta che per la personalità carismatica che emerge in ogni brano.

E voi? Quali dischi avete voglia di ascoltare o riscoprire in una placida giornata di agosto? Mentre scegliete qualcosa dalla vostra collezione, date un'occhiata anche ai nostri prodotti brandizzati Coca Cola! Una nuova capsule collection frizzante e originale!

TORNA SU